mutuo 100%

Mutuo 100% casa: di cosa si tratta

Il mutuo 100% è un tipo di mutuo per acquisto casa che copre il valore dell’immobile totalmente, o in alcuni casi arriva comunque all’80%.

La distinzione fondamentale tra questi mutui e gli altri concessi dalle banche è proprio la percentuale che viene coperta dal finanziamento. Solitamente si tratta di un valore uguale o inferiore all’80% dell’immobile. In questo caso, il vantaggio di un mutuo che finanzia l’intero valore dell’immobile è proprio non dover disporre di un’ulteriore liquidità al momento dell’acquisto della casa.

Appare evidente che dinanzi a un mutuo che copre totalmente il valore di un immobile richiedere ulteriori garanzie da parte della banca.

Chi può richiedere un mutuo al 100%

La nascita di mutui che copre totalmente l’importo di un immobile è una risposta a un’esigenza di mercato sempre più comune.

Spesso, infatti, coloro che intendono acquistare una prima casa non dispongono del capitale iniziale e possono solo offrire solide garanzie per un rimborso dilazionato nel tempo.

Ad oggi, l’offerta dei mutui al 100% è piuttosto vasta e, di norma, l’erogazione viene concessa alle giovani coppie e ad altre categorie particolari di clienti, al fine di facilitarli nell’acquisto della prima casa.

I principali requisiti sono:

  • possedere una stabilità lavorativa ed entrate economiche sicure, questo solitamente è dimostrato da un contratto a tempo indeterminato;
  • dimostrare che con la rata del mutuo non si supererebbe il 30% del proprio reddito;
  • non essere iscritti alle liste dei cattivi pagatori.

Quando viene accordato un mutuo con un loan to value superiore all’80% aumenta indubbiamente il rischio del finanziamento. Questo è traducibile in tassi di interesse e spread applicati al prestito. In aggiunta, ovviamente, anche ulteriori garanzie, come una fideussione o un garante.

Cosa serve per ottenere il mutuo

Come detto, al momento della richiesta di un mutuo le banche, al fine di tutelarsi, richiedono alcune garanzie integrative.

Tra queste rientrano:

  • l’ipoteca sull’immobile;
  • l’apertura di una polizza fideussoria, ossia un contratto con il quale la compagnia assicurativa si fa carico dell’impegno preso dal contraente garantendo l’adempimento degli accordi pattuiti nei confronti del beneficiario;
  • la presenza di un terzo garante.

Come ottenere un mutuo 100%

Appare evidente che ottenere un mutuo 100% non sia un’operazione particolarmente semplice. Difatti, gli istituti di credito che offrono mutui a copertura totale sono ovviamente cauti nell’erogazione di questa tipologia di finanziamenti.

Tuttavia, l’avvento del Decreto Sostegni Bis ha reso più semplice la richiesta e l’ottenimento di questi mutui. È stato concesso, infatti, di estendere la garanzia offerta dal Fondo Consap, passando da un 50 a un 80% della quota capitale per i mutui con loan to value superiore all’80%.

Pertanto, anche ove si sia un lavoratore precario, per ottenere un mutuo 100 per l’acquisto della prima casa è necessario avere supporto di un genitore o un parente stretto come garante del mutuo o accedere al Fondo di Garanzia Prima Casa Consap.

Nel caso, invece, di un mutuo Consap 100% sarà lo Stato a fornire la garanzia necessaria. Il Fondo di Garanzia Prima Casa si è rivelato negli ultimi anni uno strumento fondamentale per acquistare la prima abitazione.