Parla con l'esperto

011 06 35 383

Home Energia Elettrica 3 trucchi per evitare bollette salate in estate

3 trucchi per evitare bollette salate in estate

Date

Category

Con il periodo estivo i consumi energetici tendono inevitabilmente a salire, e di conseguenza anche gli importi da pagare in bolletta. Per contrastare le alte temperature e il caldo torrido, infatti, accendiamo frequentemente il condizionatore, che fa salire i consumi di energia alle stelle. Eppure risparmiare sulle spese di casa mantenendosi freschi durante la stagione estiva è possibile! Vediamo subito 3 trucchi per evitare aumenti vertiginosi delle bollette della luce in questo periodo.

Come risparmiare sulle spese di energia elettrica in estate

Nei mesi estivi è fondamentale limitare i consumi energetici per non incorrere in bollette troppo salate. Sicuramente l’uso del condizionatore per combattere il caldo estivo è uno dei principali motivi di aumento delle spese di energia elettrica. Per prima cosa, quindi, bisogna fare attenzione a utilizzare correttamente questa grande risorsa, cercando di evitare inutili sprechi di energia che potrebbero costare molto cari (nel vero senso della parola!). Ci sono poi altri accorgimenti che possono aiutarti a limitare i consumi energetici durante la stagione estiva. Seguendo 3 semplici trucchi che vedremo ora insieme, e che spesso vengono trascurati, si può ottenere un risparmio effettivo sulle spese di casa ed evitare salassi sulle bollette.

1. Utilizzare il condizionatore in modo corretto

L’uso del climatizzatore presuppone dei picchi nel consumo di energia elettrica, questo è inevitabile. Ma facendo un po’ di attenzione a come lo utilizzi puoi eliminare gli sprechi ed evitare di fare i conti con cifre molto salate in bolletta. Vediamo adesso alcuni consigli per utilizzare il climatizzatore in maniera corretta e limitare i consumi di energia in estate:

  • Eseguire la manutenzione periodica

Dopo mesi di inattività il condizionatore potrebbe essere sporco e presentare accumuli di polvere che ne riducono l’efficienza. Per questo è importante effettuare la manutenzione e il controllo dei filtri ogni anno, prima di avviare il condizionatore, assicurandosi che tutto funzioni nel modo corretto.

  • Scegliere la giusta temperatura

Imposta il condizionatore su una temperatura interna idonea all’ambiente, mantenendo uno scarto di circa 5-6° C rispetto alla temperatura esterna. Ricorda infatti che mantenere temperature troppo basse fa lievitare i consumi, oltre a causare un forte sbalzo di temperatura che non giova alla salute.

  • Posizionare il condizionatore nel punto corretto

La posizione del climatizzatore è importante in quanto influenza le sue prestazioni. Innanzitutto l’apparecchio deve essere posizionato in alto, poiché l’aria fredda tende ad andare verso il basso. In secondo luogo è importante accertarsi che davanti al condizionatore non vi siano ostacoli (tende, mobili ecc.) che potrebbero ridurne nettamente l’efficienza.

  • Chiudere le finestre

Sembra banale, ma spesso non verifichiamo che tutte le finestre dell’abitazione siano chiuse prima di accendere il condizionatore. Questo provoca un grande spreco di energia e rende di fatto inutile l’attivazione del dispositivo. È bene quindi assicurarsi che non ci siano né porte né finestre aperta durante l’utilizzo.

  • Sfruttare la modalità notturna

Un altro consiglio è spegnere il condizionatore durante le ore notturne oppure, se presente, impostarlo sulla modalità “notte”. Un’alternativa è anche quella di sfruttare il timer di accensione e spegnimento in modo da evitare che l’apparecchio rimanga in funzione tutta la notte.

2. Elettrodomestici e illuminazione: puntare sull'efficienza energetica

Un altro trucco per limitare i consumi di energia è puntare sugli elettrodomestici ad alta efficienza energetica, primo fra tutti il condizionatore. I dispositivi di ultima generazione mirano al risparmio energetico e consentono di ridurre la spesa in bolletta sia nel breve che nel lungo termine. Un vecchio condizionatore sarà sicuramente più economico di uno ad alta efficienza energetica, ma ti farà consumare tantissima energia e quindi pagare bollette molto alte. Al contrario, con i dispositivi più moderni puoi ridurre drasticamente i consumi e addirittura ottimizzarli, grazie a funzioni apposite.

Questo discorso vale per tutti gli elettrodomestici ad alto consumo energetico, come frigo, lavatrice e lavastoviglie. L‘acquisto di apparecchi moderni ad alta efficienza potrebbe implicare un investimento iniziale più alto, ma ti garantirà un risparmio significativo sulle bollette nel lungo periodo.

L’efficienza energetica è importante anche per quel che riguarda l’illuminazione, soprattutto se hai un’abitazione molto grande, un terrazzo o un giardino. In questo caso i dispositivi di illuminazione più convenienti e “attenti” ai consumi sono quelli a LED.

3. Scegliere una tariffa luce vantaggiosa per la stagione estiva

Il terzo consiglio riguarda direttamente le tariffe di energia elettrica. Come abbiamo detto prima, l’estate è un momento in cui si registrano picchi nei consumi. Bisogna perciò assicurarsi di aver attivato una tariffa particolarmente conveniente, che permetta di limitare le spese anche nei mesi più caldi.  

La maggiore spesa in bolletta è determinata dai consumi e dal costo effettivo dell’energia elettrica (espresso in €/kwh) relativo alla tariffa attivata. Chi aderisce al mercato tutelato non può scegliere la propria tariffa: i prezzi vengono stabiliti dall’Arera e aggiornati ogni tre mesi. Nel mercato libero, invece, le famiglie possono scegliere liberamente l’operatore e la tariffa più adatta per le proprie esigenze. Questa decisione deve però essere presa con la giusta consapevolezza, analizzando le offerte disponibili e confrontandone le caratteristiche, altrimenti si rischia di perdere qualsiasi vantaggio economico. Per farlo puoi affidarti al nostro sito di comparazione tariffe, un servizio gratuito con cui puoi confrontare le migliori offerte energia e trovare quella più conveniente per te in pochi minuti.

Categorie

Articoli popolari

Come faccio a sapere chi mi ha chiamato? Cercare numeri fissi e mobili

Come faccio a sapere chi mi ha chiamato? Sarà capitato sicuramente anche a te di trovare una chiamata persa sul tuo cellulare e di non...

Abbonamenti e ricaricabili: qual è la differenza?

Ricaricabile o abbonamento: oggi scopriamo inseme la differenza tra queste due piani telefonici. Quando devi scegliere la tua nuova tariffa telefonica è fondamentale conoscere a...

Recent comments