I prestiti personali

Il prestito personale è un prestito di importo variabile e non finalizzato che ti permette di ottenere nell’immediato una determinata somma di denaro che potrai poi restituire a rate. Caratteristica principale di questi prestiti è che non hai bisogno di giustificarne la finalità a chi li eroga. Questo vuol dire, sostanzialmente, che puoi richiedere un prestito personale per qualsiasi esigenza.

La ristrutturazione della tua casa, l’acquisto di una nuova TV, il consolidamento dei tuoi debiti o, ancora, il viaggio che da tempo aspetti: con i prestiti personali puoi utilizzare la somma di denaro scelta per le più svariate esigenze. È infatti anche una soluzione veloce per ottenere una liquidità aggiuntiva da destinare a progetti personali o per pagare studi universitari, spese mediche.

Come richiedere online un prestito personale?

Chiedere un prestito personale online è più veloce di quanto si possa pensare: basterà compilare il modulo e ameconviene.it analizzerà le tue esigenze. Avrai quindi accesso a preventivi personalizzati, che realmente risultano più convenienti per la somma che hai richiesto. Scegliere un prestito online si dimostra una scelta vantaggiosa soprattutto in termini di tempistiche e flessibilità. I prestiti online sono infatti semplici da richiedere, pratici e affidabili quanto un prestito tradizionale. Inoltre, i tassi di interesse dei prestiti online sono solitamente più bassi rispetto alla norma.

Una volta approvato il prestito, la banca o l’istituto finanziario formalizzano l’esito della richiesta con una lettera inviata al titolare che contiene anche la data di erogazione della somma e le modalità di accredito sul suo conto corrente

Quali sono i requisiti per ottenere un prestito personale?

I prestiti personali possono essere richiesti dagli utenti che rispettano i requisiti minimi di accesso a un prestito. Oltre ai requisiti essenziali, la banca si soffermerà su un altro aspetto fondamentale: la tua affidabilità creditizia, che è data non solo dalla capienza del tuo reddito, ma anche dal tuo storico debitorio. L’istituto di credito controlla dunque che tu non abbia ricevuto segnalazioni per ritardi o insoluti su precedenti finanziamenti presso le banche dati private aderenti al Sistema Informatico centralizzato (SIC) e presso la Centrale dei Rischi gestita dalla Banca d’Italia.

Prima di concedere un prestito, la banca fa una serie di valutazioni in merito alla solvibilità e al profilo reddituale del richiedente. Dovrai quindi presentare una documentazione accurata con i tuoi dati anagrafici, reddituali ed eventuali garanzie aggiuntive richieste dalla banca, come per esempio la presenza di un garante. Alcune banche, anche per un finanziamento personale, potrebbero richiedere comunque di dichiarare la destinazione della somma erogata. Le condizioni applicate al prestito potrebbero infatti variare a seconda della banca.

Come valutare i prestiti personali più convenienti per te

Non tutti i prestiti risultano vantaggiosi per le proprie esigenze. Per capire se un prestito personale è realmente conveniente, dovrai confrontare più preventivi a parità di durata e somma richiesta. Devi inoltre tenere conto dei tassi TAN e TAEG. In quest’ultimo sono incluse tutte le spese complessive del prestito richiesto, comprese quelle definite ‘accessorie’, che di solito vengono escluse dal calcolo del TAN.

Il TAEG è il tasso che più degli altri fattori ti aiuta dunque a valutare la convenienza di un prestito e a scegliere quello più vantaggioso fra preventivi di pari importo e durata. A parità di importo richiesto, il TAEG diminuisce se aumenta la durata del prestito. Al contrario, a parità di durata, il TAEG si riduce all’aumentare dell’importo richiesto.

Confronta i prestiti personali

La scelta del prestito più adatto alle tue esigenze avviene attraverso il confronto dei prestiti personali disponibili sul mercato e quindi dei loro rispettivi preventivi.

Calcolare online il tuo preventivo di prestito personale gratuitamente con ameconviene.it ti permette di confrontare i prestiti e di risparmiare sui tassi di interesse.